leNOTIZIE

Cooperativa Piemonte Latte: qualità, tracciabilità e centralità ai soci

Cooperativa Piemonte Latte: qualità, tracciabilità e centralità ai soci
L’intervista al Presidente Roberto Morello a margine dell’assemblea annuale. Molto positivi i dati di bilancio

Categorie: Primo PianoLe Notizie

Tags: Piemonte Latte,   Confcooperative Fedagripesca Piemonte

La cooperativa Piemonte Latte di Savigliano, reduce dalla recente assemblea che ha visto la conferma alla Presidenza di Roberto Morello, si conferma sempre più come uno dei principali attori del settore-lattiero caseario non solo piemontese ma italiano: incoraggianti i dati sul bilancio per la cooperativa aderente a Confcooperative Fedagripesca Piemonte, e importanti le prospettive future di crescita, in un settore strategico per l’economia agricola piemontese. Il neoeletto CdA, oltre alla conferma alla guida di Roberto Morello, ha nominato i due vice presidenti Fabrizio Vighetti e Rocco Racca. L’assemblea, come da previsione statutaria, ha approvato il brillante bilancio 2018. I numeri confermano la crescita di Piemonte Latte con un fatturato pari a circa 58.500.000 euro. La raccolta ha sfiorato i 150 milioni di litri di latte che è stato destinato ai caseifici presenti in tutta Italia. Il conguaglio distribuito ai Soci è pari a circa 300.000 €. L’assemblea ha deliberato anche l’aumento di capitale sociale a riprova della fiducia che i Soci danno a questa Cooperativa.

“Il futuro è ben tracciato” spiega il Presidente Morello, “occorre continuare nell’azione di offrire garanzie ai nostri clienti circa la certezza nella provenienza del prodotto, nella qualità dello stesso e nella certificazione delle diverse filiere. Piemonte Latte è una grande realtà, in grado di fornire latte per buona parte delle filiere certificate piemontesi. Nel prossimo futuro dovremo sicuramente mantenere e consolidare l’attenzione verso i piccoli produttori ed i produttori di montagna, e conservare i rapporti di reciproca fiducia verso i tanti clienti che acquistano il nostro latte. Inoltre, dovremo fare uno sforzo per stringere rapporti con tutti gli attori della cooperazione anche al di fuori del nostro settore, per creare sinergie e promuovere sempre di più il mondo dell’agricoltura cuneese cooperativa."

"In aggiunta” prosegue Morello, “vorrei ulteriormente sottolineare quanto il produttore sia centrale in Piemonte Latte: il nostro impegno è quello di fare sempre un’attenta analisi dei costi e di gestione, per garantire ai soci la giusta remunerazione del latte e per cogliere tutte le opportunità che possono emergere dal PSR o da altre leggi regionali, come la misura 23. L’allevatore è e sarà sempre di più al centro, come soggetto attivo per la crescita della cooperativa con le sue idee ed i suoi suggerimenti.” Una battuta, infine, sulle partecipate: “continueremo senza dubbio ad apportare il nostro contributo nella Centrale del Latte di Asti e Alessandria, in Latterie Alpine e Cooperlat, in fatto di idee, attenzione alla qualità e voglia di valorizzare il buon latte italiano.”  

Il tuo nome
Il tuo indirizzo e-mail
Oggetto
Inserisci il tuo messaggio ...
x